La psoriasi a placche  è nota anche con il nome comune di psoriasi volgare. Si tratta della forma più frequente di psoriasi che riguarda circa l’80% dei pazienti che ha ricevuto la diagnosi di psoriasi.

Anche questa tipologia di psoriasi, esattamente come le altre forme di psoriasi, non è contagiosa. Pertanto non si trasmette con il contatto, ma è provocata da una disfunzione del sistema immunitario, della quale sono ancora incerte le cause.

Come si riconosce la psoriasi a placche? Quali sono i sintomi e le cure? Vediamo nel dettaglio.

Caratteristiche psoriasi a placche

La psoriasi a placche è caratterizzata da chiazze eritematose rosate o rossastre, con i margini netti, di forma rotondeggiante, ispessite e ricoperte di scaglie biancastre o argentate.
Le placche possono essere di dimensioni e spessore variabili e possono dare prurito e bruciore. Se irritate, possono sanguinare.

La psoriasi a placche può coinvolgere tutto il corpo ma generalmente si manifesta su superfici estensorie (gomiti e ginocchia), nella regione lombosacrale, sul cuoio capelluto, sul palmo delle mani e sulla pianta dei piedi. Spesso le lesioni sono simmetriche o si presentano in regioni simili del corpo. Si assiste spesso anche all’interessamento delle unghie.
Il quadro clinico varia da poche lesioni ad un coinvolgimento di tutto il corpo.

L'indice PASI (Psoriasis Area and Severity Index) valuta la gravità della psoriasi basandosi anche sull’estensione delle lesioni cutanee.

Psoriasi a placche: sintomi

Generalmente la psoriasi a placche si manifesta con i seguenti sintomi  che possono essere più o meno evidenti a seconda dei casi.

  • nelle aree interessate della pelle si manifestano placche rossastre e rialzate
  • le aree interessate si ricoprono da uno strato color bianco-argento, chiamate squame.
  • placche e squame possono coprire anche tutto in corpo ma generalmente si manifestano sulle ginocchia, sui gomiti, nella parte inferiore della schiena e sul cuoio capelluto
  • prurito intenso
  • le placche e le squame possono inspessirsi con lo sfregamento
  • le squame possono apparire separate o unite a coprire un'ampia area del corpo
  • vengono coinvolte anche le unghie che si sgretolanoo cadono

Cause della psoriasi a placche

Chi soffre di psoriasi a placche può manifestare i sintomi della malattia anche solo dopo una scottatura solare, un'abrasione, un graffio. Per questo motivo è indispensabile proteggere correttamente la pelle.

Se si manifesta la psoriasi a placche è bene rivolgersi ad un dermatologo così da individuare il trattamento più adeguato per alleviare i sintomi.

E' inoltre fondamentale mantenere l'adeguata idratazione della pelle usando creme specifiche e adottando i comportamenti più consoni.

Quando si manifesta la psoriasi a placche

La psoriasi a placche può insorgere a qualsiasi età ma ci sono due periodi della vita che comprendono insorgenze maggiori: dai 16 ai 22 annie tra i 50 e i 60 anni.
Chi ha casi di psoriasi in famiglia ha più possibilità di sviluppare la malattia. Pare inoltre che un esordio più anticipato della patologia sia indice di maggiore gravità.

Come curare la psoriasi a placche


E' importante monitorare e tenere sotto controllo la malattia per evitare peggioramenti se non, addirittura, un'evoluzione della stessa e la comparsa di altre patologie generalmente associate alla psoriasi come l'artrite psoriasica, le malattie cardiovascolari, la sindrome metabolica.

I trattamenti per la psoriasi a placche sono diversi e dipendono dalla gravità della malattia, dalla superficie cutanea coinvolta, dall'incidenza della malattia sulla qualità della vita del paziente. Le cure sono volte a tenere sotto controllo i sintomi in quanto la psoriasi non si cura.


La terapia topica (creme, pomate, unguenti, gel) è rivolta alle forme lievi e moderate. La fototerapia si rivela efficace per curare le forme moderate mentre per le forme più gravi si ricorre generalmente ad una terapia biologica o sistemica per monitorare l’evoluzione della malattia e scongiurare il rischio che si possano associare altre patologie.
La precocità dell ’intervento è molto importante così come lo è la prevenzione della comparsa dei sintomi.

A questo proposito il paziente affetto da psoriasi a placche (ma anche affetto da altre forme di psoriasi) deve adottare uno stile di vita volto a preservare la salute.

Deve quindi avere una particolare cura per la pelle, soprattutto per quel che concerne la sua idratazione, deve proteggerla con prodotti adeguati. Importante anche l'alimentazione e fondamentale tenere comportamenti volti ad evitare i fattori scatenanti.