Psoriasi alimentazione consigliata

Psoriasi e Alimentazione


L'alimentazione riveste un ruolo importantissimo per la salute ed in particolare è strattamente correlata con alcune malattie o alcuni probemi. Anche dieta e psoriasi hanno una stretta correlazione. L’alimentazione, prima ancora delle medicine, si rivela un elemento cardine per combattere, rallentare prevenire la psoriasi e incide anche nel'efficacia della terapia.
La dieta è quindi uno dei primi campi di intervento per alleviare i sintomi della psoriasi. L’obiettivo di una dieta specifica è anche quello di sostenere un organismo che si trova in una condizione debilitante e che ha bisogno di un’alimentazione che vanta un effetto antinfiammatorio, una dieta volta ad abbassare lo stato di squilibrio generale.


La migliore alimentazione per la psoriasi

Il più grande sostenitore al mondo della cura della psoriasi attraverso la dieta alimentare è il Dott John Pagano che per oltre 40 anni si è dedicato alla cura della psoriasi attraverso metodi naturali. I suoi pazienti, seguendo un rigido regime alimentare, hanno ottenuto ottimi risultati nel giro di pochi mesi. Il Dott. Pagano affronta la psoriasi attraverso 3 semplici regole:

  • Dieta
  • Disintossicazione
  • Determinazione

Il digiuno nella psoriasi

Anche il digiuno riveste un ruolo importante per contrastare la psoriasi. Si tratta di una pratica, ad acqua, liquidi o intermittente, che si rivela un vero e proprio toccasana per liberare il corpo dalle tossine. La pelle affetta da psoriasi migliora notevolmente con la pratica saltuaria di un breve digiuno.
La migliore alimentazione per la psoriasi

Come in tutte le diete, anche per chi è affetto da psoriasi ci sono alimenti consigliati ed altri sconsigliati, alcuni addirittura vietati in quanto agiscono come veri e propri allergeni, provocando una reazione tossica nell’organismo. Vediamo quindi cosa può e cosa non può mangiare chi soffre di psoriasi.


Gli alimenti consigliati per la psoriasi

Psoriasi alimentazione consigliata semi di lino

Ecco gli alimenti che vantano poteri antifiammatori e che sono quindi indicati per combattere la psoriasi. Vediamoli di seguito.

  • SALMONE
  • AGLIO
  • BROCCOLI
  • LATTUGA
  • CURCUMA
  • SEMI DI LINO
  • CEREALI INTEGRALI
  • LEGUMI
  • FRUTTA E VERDURA
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA


Se non si soffre di allergia al pesce, mangiare salmone regolarmente può aiutare a prevenire il degenerare della psoriasi ed a controllare i sintomi esistenti. Ma cos’è che rende il salmone un ottimo cibo se si soffre di psoriasi? Il salmone è un’eccellente fonte di omega-3, gli acidi grassi che vantano potenti proprietà anti-infiammatorie. Il salmone contiene anche astaxantina, un carotenoide che conferisce al salmone il tipico colore rosa salmone e che agisce come un potente antiossidante. Il salmone che contiene maggior quantità di omega -3 è quello selvatico. Sconsigliamo però di assumere grossi quantitativi di salmone in quanto si rischierebbe di accumulare tossine quali il mercurio e pesticidi. L’ideale è mangiare pesce due volte alla settimana. Oltre che il salmone sono indicati lo sgombro e la trota

AGLIO

L’aglio e’ l'antibiotico naturale per eccellenza, sin dalla preistoria è stato uno dei nostri grandi alleati quando si parla di salute. Migliora la circolazione cardio vascolare e tiene sotto controllo la pressione sanguigna. Ma mangiare aglio ogni giorno può anche essere un toccasana per i pazienti affetti da psoriasi. Gli effetti benefici di aglio sulla psoriasi sono dovuti alla capacità dell’aglio di inibire l’attività di lipossigenasi, un enzima che è coinvolto nel processo infiammatorio causato dall’ acido arachidonico. Pazienti affetti da psoriasi hanno in genere alti livelli di acido arachidonico nei loro tessuti cutanei e grassi. Inoltre l’aglio, soprattutto quello fresco, contiene una discreta quantità di vitamina C ed e’ anche una buona fonte di selenio antiossidante.

BROCCOLI
I broccoli sono in assoluto uno dei migliori alimenti per le persone affette da psoriasi in quanto sono ricchi di beta carotene e di vitamina C. Per ottenere il massimo dei benefici dal vegetale, si devono scegliere le piante coltivate con metodo biologico, che sono in genere più nutrienti e che contengono meno sostanze nocive. L' ideale è consumare i broccoli crudi o cotti leggermente al vapore.

LATTUGA
La lattuga è una fonte concentrata di beta-carotene e di vitamina C e folati, aiuta la digestione ed e’ considerata dai naturopati un alimento sano per eccellenza. Aiuta l’eliminazione delle tossine. Anche in questo caso è meglio comprare lattuga coltivata biologicamente in quanto contiene meno pesticidi.

CURCUMA
Le proprietà della curcuma sono ormai note anche in occidente. E’ una pianta aromatica di origine asiatica utilizzata in cucina per aromatizzare i piatti, ma questo non e’ il suo solo utilizzo. E’ scientificamente provato che i benefici della curcuma per la salute sono incredibili. Il suo principio attivo, la curcumina, ha un potere antibatterico, antivirale e antitumorale.

La curcuma e’ potente nel combattere le infiammazioni croniche come la psoriasi, l’utilizzo regolare pulisce il sangue dalle impurita’. Potete abituarvi ad utilizzare curcuma abitualmente nei vostri piatti, dovete pero’ tener presente che la polvere di curcuma contiene solo il 3 % di curcumina, il principio attivo. Dovreste assumerne giornalmente quantitavi industriali! Il miglior rimedio e’ assumerla quotidianamente in capsule, sono integratori alimentari facilmente reperibili in farmacia o in erboristeria.


Inoltre la curcuma puo’ diventare un’ottima crema per psoriasi: è sufficiente fare bollire qualche minuto acqua e curcuma, nel momento in cui la crema sara’ densa si spegne e si fa raffreddare. Infine si applica sulla sulla zona interessata.

I cibi da evitare per la psoriasi

Ogni paziente dovrebbe monitorare costantemente cio’ che mangia per capire quale regime alimentare migliora o peggiora la condizione psoriasica. E' consigliabile tenere un diario per annotare i cibi consumati e gli eventuali miglioramenti o peggioramenti e tenere quindi sotto controllo l’alimentazione. Ogni settimana si può escludere a rotazione un alimento specifico dalla dieta. In tal modo si potrà capire in poco tempo quelli che sono i cibi tossici per il proprio corpo.
Alcuni cibi e bevande devono pero’ essere evitati assolutamente, la maggior parte dei portatori di psoriasi hanno constatato che dopo aver consumato determinati alimenti le condizioni infiammatorie della pelle sono peggiorate.

Ecco gli alimenti da non consumare se si soffre di psoriasi:

  • ALCOLICI
  • CARNE ROSSA
  • LATTICINI
  • SOLANACEE
  • GLUTINE
  • ZUCCHERO RAFFINATO
  • CIBO FRITTO

ALCOLICI
Gli alcolici dilatano i vasi sanguigni portando in circolo i globuli bianchi (tra cui i linfociti T responsabili della psoriasi) che possono riversarsi negli altri strati della pelle, peggiorando cosi’ le condizioni infiammatorie.

CARNE ROSSA
La carne rossa e’ poco indicata nell’alimentazione di coloro che hanno stati infiammatori in corso. Nella carne rossa e’ presente un grasso polisaturo chiamato acido Arachidonico (Omega 6) che causa infiammazione. Il sistema immunitario e’ troppo debilitato per contrastarlo, e’ quindi preferibile evitare del tutto le carni rosse se si soffre di psoriasi. Si possono invece consumare le carni bianche: pollo e tacchino e ad agnello.

LATTICINI
Anche nei latticini e’ presente l’acido Arachidonico che favorisce il processo infiammatorio della cute. In una corretta alimentazione sono da eliminare, o perlomeno evitare i prodotti piu’ grassi.

SOLANACEE
La famiglia delle solanacee comprende le patate, il pepe, i peperoni e i pomodori. Questi vegetali contengono solanina, un elemento chimico che in alcuni pazienti scatena e peggiora lo stato infiammatorio del derma. Nella dieta della psoriasi sono tra le verdure da evitare. Sembra che il vegetale che crea piu’ problemi a chi soffre di psoriasi sia il pomodoro, evita tutto cio’ che lo contiene, Ketchup incluso.

GLUTINE
Il glutine e’ un complesso proteico presente nel frumento e in alcuni cereali. Come nei soggetti celiaci e’ stato comprovato che anche nella dieta alimentare del paziente psoriasico e’ meglio evitarne l’assunzione. Il glutine e’ presente in parecchi alimenti, principalmente pasta, pane, dolci e biscotti. Causa un peggioramento dello stato infiammatorio dei tessuti, e’ quindi consigliabile fare un test allergenico al glutine per essere certi di poter mangiare pane e pasta. Se non potete farne a meno utilizzate i prodotti integrali.

ZUCCHERO RAFFINATO
Occorre eliminare totalmente dall' alimentazione lo zucchero raffinato,in quanto i lunghi processi chimici che lo trasformano in prodotto industriale ne uccidono tutte le proprieta’ benefiche.

Le vitamine, i sali minerali, gli oligoelementi derivanti dalla barbabietola e dalla canna da zucchero scompaiono quasi totalmente dal prodotto.
Il corpo umano necessita di zuccheri ( idrati di carbonio) che sono pura energia vitale per il sistema nervoso, il metabolismo e per i muscoli. Ma siccome nello zucchero raffinato non sono presenti vitamine e minerali, indispensabili per fornire energia, nel corpo si crea uno scompenso chimico. Il corpo andra’ a recuperare gli elementi benefici che sono stati sottratto dallo zucchero dal nostro corpo stesso.

Nel tempo il sistema che sara’ piu’ colpito sara’ proprio il nostro sistema immunitario che non avra’ abbastanza energie per combattere gli agenti esterni. Sapete bene quanto e’ importante rafforzare il sistema immunitario se si soffre di psoriasi.
Si devono pertanto eliminare i dolci contenenti zucchero, se si deve dolcificare è meglio usare lo zucchero di canna, ancora meglio dolcificare con il miele, una fonte di energia sana, naturale e completa di vitamine e sali minerali.

CIBO FRITTO
I fritti sono ovviamente vietati a chi soffre di psoriasi.

Psoriasi alimentazione consigliata: broccoli

Studi scientifici hanno appurato che obesità e psoriasi sono spesso correlate. Per questo motivo una dieta ipocalorica è vivamente consigliata per chi è affetto da questa malattia. Chi è obeso è più predisposto alla psoriasi e, viceversa, chi è affetto da psoriasi è più predisposto all'obesità. La dieta ipocalorica, in tal senso, è quindi indicata per risolvere due problematiche strettamente legate tra loro. La dieta mediterranea, ovviamente dopo una prima fare di versione ipocalorica se si soffre di obesità, si rivela un'ottima alleata per contrastare la psoriasi. Mantenerla quindi come regime alimentare è altamente consigliato per chi è affetto da questa patologia.