Tra di diversi tipi di psoriasi c'è anche la psoriasi oculare che, come suggerisce il nome, coinvolge gli occhi. Vediamo le caratteristiche, la diagnosi, la cura, le eventuali complicazioni della psoriasi oculare.

Cos'è la psoriasi oculare

La psoriasi oculare è una forma di psoriasi caratterizzata da prurito e tendenza alla secchezza della pelle. La pelle tende a desquamarsi ed a produrre un eccesso di sebo. La sua indicenza è di circa il 10% dei pazienti che vengono colpiti dalle altre forme di psoriasi. Si tratta quindi di una forma piuttosto rara. Recenti studi paiono mettere in stretta relazione la maggior frequenza nei maschi la psoriasi e le patologie dell’occhio, sempre dagli stessi studi emerge che la psoriasi oculare sia legata maggiormente alla psoriasi pustolosa e alla psoriasi artropatica.

Generalmente la psoriasi oculare si manifesta in modo altalenante, va e viene indipententemente dal periodoo dalla causa scatenante.

Sintomi psoriasi oculare

Il prurito è uno dei sintomi della psoriasi oculare e l'irrefrenabile impeto a grattarsi aggrava la patologia in quanto lo sfregamento provoca danni alle ciglia diminuiscono, proteggendo meno da polveri, sudore e sebo.

La pelle a seguito anche dell’irritazione, tende ad inspessirsi e può portare danni anche alla congiuntiva ed alla cornea deteriorando, nei casi più gravi, anche la cataratta. La psoriasi oculare non curata può portare anche alla perdita della vista.

Effetti collaterali psoriasi oculare

Sono tanti e diversi gli effetti e le conseguenze della psoriasi agli occhi. La psoriasi oculare è spesso associata alla blefarite. Ai sintomi della malattia sono quindi associate secrezioni degli occhi e sensazione di avere come dei granelli di sabbia e quindi l’impossibilità di usare le lenti a contatto.

Si possono formare croste, con l'invitabile e conseguente disagio psicologico legato ai problemi relazionali.

Vediamo nel dettaglio le malattie correlate alla psoriasi.

Chi soffre di psoriasi oculare può registrare uveite, blefarite desquamativa, cataratta e occhio secco.

  • Uveite: si tratta di una patologia oculare, di carattere infettivo, la cui comparsa è più frequente nei pazienti psoriasici. Da una ricerca è emerso che forme di psoriasi severa e di artrite psoriasica determinano un maggior rischio di comparsa di uveite.
  • Blefarite desquamativa: si tartta di una fastidiosa infiammazione delle palpebre che peggiora nei pazienti con psoriasi per via del continuo sfregamento causato dal prurito
  • Cataratta: questa malattia porta alla progressiva riduzione della vista provocata dall’opacizzazione del cristallino, e si riscontra spesso nei soggetti psoriasici.
  • Occhio secco: si tratta di un disturbo caratterizzato da una scarsa produzione di liquido lacrimale, è una condizione che si registra frequentemente nei pazienti con psoriasi che sono più predisposti alla secchezza oculare.

Terapia psoriasi oculare

Chi è affetto da psoriasi oculare necessita di essere seguito da un dermatologo e da un oculista.

La terapia prevede l’assunzione di farmaci antibiotici sia per via orale (sotto forma di pillole) che per via topica attraverso l'applicazione di creme sulla parte interessata e da colliri che possano diminuire in particolare l’irritazione. Nelle forme di psoriasi più severe, si può fare affidamento ad una terapia sistemica e biologica che pare garantire buoni risultati.

Consigli per chi soffre di psoriasi oculare

Ci sono delle strategie da adottare per chi soffre di psoriasi oculare.

In primis è necessario proteggere la zona oculare dall'eccessiva esposizione ai raggi solari e dal vento. Occorre ridurre l'esposizione schermi del pc o dello smartphone.

Infine è importate il ruolo della dieta che deve essere a base di vitamine, beta-carotene, flavonoidi, zinco, luteina, zeaxantina e acidi grassi Omega 3, sostanze che si trovano in frutta e verdura, semi di lino e di chia, noci, cereali come avena e germe di grano, pesce.