La psoriasi pustolosa è una forma di psoriasi.

La psoriasi è uno stato di instabilità della crescita dell'epidermide. Non è una malattia vera e propria, ma piuttosto un' anomalia della crescita dell'epidermide, che può comparire e scomparire spontaneamente. Riguarda solo la cute e non ha un riscontro, ad esempio, negli esami del sangue. Andiamo a scoprire da vicino sintomi, cura della psoriasi pustolosa.

Psoriasi definizione

La psoriasi è un disordine di crescita e di attività dei cheratinociti, ha un andamento cronico recidivante. Nelle aree cutanee interessate dalla psoriaisi, si formano delle placche in rilievo, di colore rosso acceso, rivestite da squame biancastre. Si tratta di un malattia della pelle che può comparire a qualsiasi età ed interessare qualsiasi parte della cute, comprese le unghie.

Si stima una prevalenza della psoriasi nella popolazione tra l'1 ed il 3%. Un terzo dei pazienti sviluppa la prima manifestazione di psoriasi già in età infantile o adolescenziale.

Sono diverse le forme di psoriasi: Psoriasi eritrodermica, la Psoriasi invertita o psoriasi inversa, la Psoriasi Guttata e la psoriasi pustolosa. Andiamo a vedere questa ultima specie

Psoriasi pustolosa: cos'è

La Psoriasi pustolosa è una forma di psoriasi che può essere localizzata o generalizzata. La forma localizzata si manifesta solitamente in sede palmare e plantare. In questo caso, compaiono piccole vescicole sottocornee, che si superficializzano desquamando. Nelle forme più violente compaiono segni di eritema, ipercheratosi, fissurazioni. La psoriasi pustolosa palmoplantare è spesso confusa con altre forme a manifestazione analoga, come la disidrosi, la dermatite da contatto, la dermatite irritativa. La forma pustolosa generalizzata è invece una forma grave di psoriasi, che per fortuna è di rara osservazione.

La psoriasi con pustole, a differenza della psoriasi guttata e della psoriasi a placche, e’ meno comune, colpisce donne e uomini indistintamente, difficilmente viene riscontrata tra i bambini. L’eta’ media delle persone colpite e’ intorno ai  50 anni.

Psoriasi pustolosa: sintomi

La psoriasi pustolosa si distingue dalle a tre forme di psoriasi per la chiara formazione di pustole giallastre con contorno rosso contenenti materiale organico. E’ molto fastidiosa e antiestetica,  e compare spesso nei soggetti che soffrono di psoriasi a placche.

La psoriasi pustolosa ha diverse forme di gravita’ a seconda della zona interessata e dell’estensione dell’infezione. Se riguarda la zona delle mani parliamo di psoriasi palmo plantare di Barber, e puo’ riguardare anche le unghie che vengono attaccate e indebolite dall’infezione. Se invece e’ estesa a tutto il corpo e’ detta psoriasi pustolosa generalizzata di Von Zumbus ed e’ considerata una forma piu’ grave e difficile da trattare.

Le pustole psoriache possono manifestarsi anche in zone genitali, nel cavo orale rendendo difficile la deglutizione, e sotto le unghie, causandone il sollevamento. La pustola puo’ essere di due tipologie:  pustola con centro circolare pieno di pus, come un piccolo brufolo, o pustola scura  simile a una vescica con contorno circolare e  di colore rosso. La pelle si infiamma, si secca e si assottiglia fino a rompere la pustola. E’ importante tenere disinfettata la zona colpita.

Psoriasi pustolosa: le cause

Le cause della psoriasi possono essere genetiche e/o psicologiche e lo stress della vita quotidiana o i disagi psichici non fanno che peggiorare la malattia.

In questi casi oltre al trattamento del dermatologo curante, è da prendere in considerazione un sostegno di natura psicologica per sostenere e alleviare il disagio psico-fisico.

Altri fattori che possono scatenare o peggiorare la psoriasi pustolare sono:

  • La sospensione repentina dei trattamenti a base steroide
  • Soluzioni e creme topiche altamente irritanti per la cute
  • Assunzioni di sostanze a base di Litio

Normalmente l’acuirsi della psoriasi porta primi sintomi quali: mal di testa, nausea e a volte anche influenza. La pelle nella zona interessata diventa particolarmente rossa e tesa, successivamente nel giro di poche ore si formano le pustole.

Psoriasi pustolosa: come curarla

Ci sono diversi approcci per curare la psoriasi.

Gli unguenti a base cortisonica riescono ad alleviare la sintomatologia della psoriasi ma non possono essere utilizzati per periodi troppo prolungati, potrebbero addirittura peggiorare la situazione.

Si consiglia l’utilizzo di creme, pomate e integratori a base di vitamina D e sostanze retinoidi derivate dalla vitamina A. Consultare sempre il proprio dermatologo, mai improvvisare cure di propria iniziativa.

La psoriasi pustolare alle mani e’ spesso cronica ed e’ spesso associata alla psoriasi artrosica

Ci sono vari trattamenti per poter trattare la psoriasi pustolosa palmoplantare: si deve tenere sempre idratata la pelle in modo tale che non si secchi. E' necessario seguire le indicazioni del medico ed evitare i trattamenti fai da te.